Criminal Focus Area
App Agrifoto
Covid19
App Agea
PONLeg
Anticipi PAC 2016
Riforma PAC 2014 - 2020
Comunicati Stampa
Sportello
Articoli stampa di AGEA
Organismi pagatori
AGEA-organismo pagatore
Amministrazione Trasparente
Promozione vino
Link esterno alla SIN - Sistema Informativo Nazionale per lo Sviluppo dell'agricoltura
Link esterno AGECONTROL - Agenzia pubblica per i controlli in agricoltura
Link esterno alla Mipaaf - Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali
Link esterno alla PSRN - Programma di sviluppo rurale nazionale 2014-2022

Data ultimo Aggiornamento 04/10/2013 - Collegata
Sementi

L'aiuto alle sementi previsto dall'art. 87 del Reg. (CE) 73/2009 è concesso unicamente per i prodotti raccolti nel territorio nazionale durante l'anno civile in cui ha inizio la campagna di commercializzazione per la quale è stato fissato l'aiuto.
La campagna di commercializzazione per le sementi inizia il 1 luglio di ogni anno e termina il 30 giugno dell'anno successivo (art. 3, lettera c), punto ii) del Reg. (CE) 1234/2007).

L'articolo 19 del Reg. (CE) n. 1121/09 stabilisce che le sementi ammissibili all'aiuto devono essere prodotte:
a) in forza di un contratto di coltivazione stipulato tra uno stabilimento di sementi o un costitutore e un moltiplicatore,
oppure
b) direttamente dallo stabilimento di sementi o dal costitutore, nel qual caso la produzione è attestata da una dichiarazione di coltivazione.

L'aiuto è concesso a condizione che le sementi prodotte:

  • siano state effettivamente commercializzate per la semina da parte del beneficiario entro il 15 giugno dell'anno successivo al raccolto. Per sementi «commercializzate» si intende tenute a disposizione o in giacenza, esposte per la vendita, offerte alla vendita, vendute o consegnate ad un'altra persona (art. 21 del Reg. (CE) n. 1121/09);
  • siano sementi di base e sementi certificate ai sensi delle direttive 66/401/CEE, 66/402/CEE e 2002/57/CE, le quali devono essere conformi alle norme e ai requisiti stabiliti nelle suddette direttive, in combinato disposto con gli articoli 19 e 23 del Reg. 1121/09;
  • siano ricomprese nell'elenco delle specie di sementi riportato nell'allegato XIII del Reg. (CE) n. 73/2009 (art. 87 del Reg. (CE) n. 73/2009).

L'art. 13, comma 4 del Reg. (CE) 1122/09 e successive modifiche prevede che la domanda di aiuto per le sementi di cui all'art. 87 del Reg. (CE) 73/2009, venga presentata mediante domanda unica di pagamento, corredata dei seguenti elementi:
a) copia del contratto o della dichiarazione di coltivazione;
b) indicazione delle specie di sementi seminate su ciascuna parcella;
c) indicazione della quantità di sementi certificate prodotte, espressa in quintali con un decimale;
d) copia dei documenti giustificativi attestanti che le sementi dichiarate sono state ufficialmente certificate.

Gli elementi di cui alle lettere c) e d) possono essere forniti entro il 15 giugno dell'anno successivo al raccolto.

La "Comunicazione integrativa alla Domanda unica" è il documento atto a formalizzare la richiesta dell'aiuto in termini quantitativi e a trasmettere la relativa documentazione giustificativa a completamento della richiesta.

Il produttore che intende richiedere l'aiuto alle sementi è tenuto a presentare i seguenti documenti:

  • Domanda Unica riportante l'elenco delle parcelle coltivate per la moltiplicazione di sementi, con l'indicazione della specie e della varietà ammissibili;
  • Contratti e/o dichiarazione di coltivazione;
  • Comunicazione integrativa della domanda unica per l'aiuto "Sementi" riportante l'indicazione delle quantità di sementi certificate e richieste ad aiuto.
 
Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS! Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0